domenica 14 maggio 2017

Granola fatta in casa e... il mio ritorno ;)

Granola fatta in casa e... il mio ritorno dopo circa 2 anni di assenza.
Lo so, non ho scusanti ma io sono fatta così, più mi si dice che "devo" fare una certa cosa e più non la faccio anche se quella cosa l'adoro!
In effetti sto anche cucinando davvero poco perché vivendo da sola non sempre mi va di provare piatti nuovi, quando poi li preparo devo anche pensare a chi regalare parte della pietanza cucinata, visto che le cose sono due:
1) Non so ma io sono tarata per cucinare "per se e per i suoi" (in pratica non mi capita mai di fare monoporzioni, specialmente se si tratta di dolci)
2) Anche volendo mangiare tutto io, passerei almeno due giorni a mangiare lo stesso piatto.
Ad ogni modo rieccomi qui con una ricetta presa dal blog di Marco Bianchi, divulgatore scientifico della fondazione Umberto Veronesi,
Di granola ne trovate a bizzeffe al supermercato, ma vi assicuro che fatta in casa ha tutto un altro sapore oltre ad essere più salutare. Che ne dite la provate e poi mi fate sapere se vi piace?
Ecco la ricetta. :)


Ingredienti
500 g fiocchi di avena
50 g mandorle
50 g nocciole
40 g semi di girasole
40 g uva disidratata
80 g cocco grattugiato (la farina di cocco che si trova al super)
130 g sciroppo d'acero
130 g miele (io ho usato quello di castagno)
4 cucchiai olio di mais
un pizzico di sale
qualche cucchiaio di acqua

Tritare grossolanamente a coltello l'uva disidratata, le nocciole e le mandorle.
Miscelare tutti gli ingredienti secchi (io ho aggiunto agli ingredienti scritti sopra anche 20 g di semi di lino) e poi aggiungere il miele, lo sciroppo d'acero, l'olio, qualche cucchiaio di acqua e lavorare il composto.
Trasferirlo in una teglia rivestita di carta forno (mi raccomando non saltate questo passaggio altrimenti il composto si attaccherà tutto nella teglia).
Cuocere per 20 minuti a 160°, togliere dal forno mescolare la granola e proseguire la cottura per 10 minuti e, se necessario, per ancora altri 10 minuti il composto deve risultare un pò dorato,
Lasciar raffreddare e spezzettare con le mani.

Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti