venerdì 16 novembre 2012

Pizza di scarole

Questa pizza è un classico napoletano, la tradizione vuole che venga preparata il 24 dicembre in modo da mangiare un piatto più "leggero" in vista del pranzo di Natale. Al giorno d'oggi si cucina in qualsiasi periodo dell'anno ed è anche possibile acquistarla ovunque. La ricetta classica comprende anche pinoli ed uvetta, ma io di solito non li metto perchè non sempre si hanno in casa, quindi se volete potete anche farla senza questi ingredienti sarà ottima lo stesso.

Ingredienti
500 gr impasto della pizza
1 cespo di scarola
3 spicchi d'aglio
100 /150 gr olive nere
capperi qb
100 gr scamorza
2/3 acciughe sotto sale
pinoli qb
uvetta qb

Pulire, lavare, tagliare a pezzetti e sbollentare la scarola in una pentola con un goccio d'acqua, appena cotta lasciare asciugare l'acqua in eccesso per qualche minuto.

In una padella intanto far imbiondire gli spicchi d'aglio con le acciughe sotto sale, lavate e divise a filetti.

Aggiungere le scarole e mescolare in modo da far amalgamare bene i sapori.

Dopo circa 5 minuti aggiungere i capperi (a vostra scelta la quantità) e a fine cottura le olive nere snocciolate e tagliate in due parti, in questo caso le olive non rilasceranno un gusto amaro. Aggiungere a questo punto anche i pinoli e l'uvetta, fatta rinvenire in acqua, se avete scelto di metterli nella ricetta. 

Spegnere il fuoco e lasciar riposare il composto
Stendere una prima parte di impasto in maniera sottile, versarci la scamorza tagliata a cubetti 

e il composto di scarole 

e coprire con il resto dell'impasto steso sempre in maniera sottile, mettere tutto in una teglia 

e cuocere in forno ventilato alla temperatura di 200° per circa 30 minuti. La pizza è ottima mangiata fredda ma ancora meglio il giorno successivo, si conserva bene in un contenitore di plastica chiuso e posto in frigorifero.
Con l'impasto avanzato ho fatto delle piccole pite e dei mini croissant...eccoli qui


Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti